Drawjob, una mostra che fa incontrare eros ed arte

Ieri a Cremona allo Spazio Tapirulan c’è stata l’inaugurazione di Drawjob: il porno spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici e 2 esperti, una mostra davvero unica, che ho contribuito a far crescere e organizzare (c’è tempo fino al 14 maggio per vederla). La prima volta che Chiara Fedele mi ha parlato di Drawjob, a dicembre,…

La La Land, come sarebbe dovuta andare (e come è andata)

Ovvero, come il film di Chazelle mi ha insegnato ad accettare la vita La bellezza di La La Land sta tutta nella fine. Il film è carino, ma non lo definirei un capolavoro. Bellissimi sono la colonna sonora e i costumi, ma la storia in alcuni passaggi è un pochino noiosa, diciamolo. Però la fine…

Destinazione Umana: viaggi per cambiare vita

La prima volta che ho sentito parlare di Destinazione Umana è stato un paio di anni fa, alla radio. Parlavano di un progetto che metteva in comunicazione agriturismi focalizzati sulla relazione umana, appunto. Mi aveva incuriosito tantissimo e mi ero appuntata il nome su un post-it, per approfondire la cosa in un secondo momento. Poi,…

Banchi di nebbia: un libro e 10 illustrazioni

Questa sera sono a Monza, alle Officine Libra, per presentare Banchi di Nebbia, l’ultimo libro di Malusa Kosgran, una raccolta di racconti, pubblicato da Epika Edizioni. Sarà una presentazione speciale, cross mediale, perché insieme a me e Malusa, ci sarà Elisa Zappa che leggerà e interpreterà alcuni brani, e 10 tavole realizzate da altrettanti bravissimi illustratori,…

Personal branding: 10 consigli + 1 per chi è agli inizi

La settimana scorsa sono andata a Torino, per tenere una lezione di personal branding e digital strategy agli studenti del terzo anno di illustrazione dello IED. Per chi muove i primi passi nel mondo del lavoro o sta iniziando una nuova carriera dopo un cambio vita, pianificare una strategia di personal branding non è affatto una cosa…

La tentazione del posto fisso

Meglio lavorare come dipendente o come freelance? È una domanda che se ne porta dietro altre mille e che non ha una risposta univoca. Perché sono tantissime le variabili in gioco, che determinano risposte diverse, anche a seconda del periodo che si sta vivendo. Io ho lavorato come dipendente, assunta con contratto a tempo determinato (rinnovato di tre mesi…