Drawjob, una mostra che fa incontrare eros ed arte

Ieri a Cremona allo Spazio Tapirulan c’è stata l’inaugurazione di Drawjob: il porno spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici e 2 esperti, una mostra davvero unica, che ho contribuito a far crescere e organizzare (c’è tempo fino al 14 maggio per vederla).

La prima volta che Chiara Fedele mi ha parlato di Drawjob, a dicembre, eravamo in macchina e stavamo andando a Cremona, sempre da Tapirulan, per la premiazione e inaugurazione di Ciak.
Mi è sembrata da subito una bellissima idea: già il nome, DRAWJOB, era intrigante. C’era un’allusione sottile, un gioco di parole che univa due mondi distanti senza volgarità, solo con un lieve tocco.
Poi l’idea della mostra: 21 categorie del porno rappresentate senza raffigurare la pratica erotica a cui fanno riferimento. Una sfida nella sfida, che libera totalmente la fantasia e il potere evocativo dell’eros.

Da Animal a Voyeur, 21 gli illustratori che le hanno rappresentate: Chiara Fedele, Riccardo Guasco, Francesco Poroli, Gianluca Folì, Massimo Caccia, Carla Manea, Elisabetta Benfatto, Ale Giorgini, Gloria Pizzilli, Lorenza Natarella, Simone Massoni, Mauro Mazzara, Cristiano Baricelli, Ale Martoz, Alex Raso, Thomas Campi, Matteo Berton, Davide Bonazzi, Vittorio Bustaffa, Gianluca Garofalo Paolo d’Altan. A cui si aggiunge Mauro Gatti, che ha realizzato il bellissimo poster della mostra realizzato da Mauro Gatti.

Durante il viaggio, Chiara mi raccontò che il suo sogno e quello degli altri ideatori del progetto Poroli, Guasco e Folì, era far dialogare le opere con dei testi per fare un catalogo. Non ha dovuto aggiungere altre parole, mi sono lasciata subito sedurre e coinvolgere nel progetto, che da quel momento è diventato anche mio.

Non sono una sostenitrice del porno, ma ho trovato molto intelligente il modo in cui volevano parlarne. Perché significava parlare di eros e di sesso, senza ipocrisie e finti perbenismi. Da giornalista, poi, riscontro che se da un lato negli ultimi tempi il tema dell’eros e della sessualità è esploso, basti pensare ai fenomeni Youporn e Pornhub, dall’altro ho l’impressione che se ne parli sempre meno. O meglio, se ne parli meno in modo intelligente. I giornali e i femminili, che fino a qualche anno fa riempivano le loro rubriche di interviste a sessuologi, esperti, scrittori erotici, hanno pian piano smesso di farlo, dedicando forse quegli spazi ad altri temi, come il food e la bellezza.

E allora, Drawjob mi è sembrata un’occasione unica per rimettere al centro un tema importante e di farlo in modo brillante, ironico, leggero, evocativo, mai volgare. Per creare qualcosa che fosse più di una mostra e di un catalogo, e che fosse il pretesto per stimolare delle riflessioni.
Per questo, per il catalogo, ci volevano delle penne altrettanto eccellenti e capaci per commentare le opere, che facessero riflettere, emozionare, ridere e, perché no, eccitare.
Ho scelto solo voci femminili. Volevo donne che avessero dimestichezza con questi temi, che ne avessero già scritto, e dessero un contributo personale, per dare voce alle 21 categorie erotiche dal loro punto di vista. Con le loro fantasie, i loro desideri, i loro pensieri. Ho preferito infatti non porre paletti, lasciarle libere di esprimersi. Per questo i testi sono tutti diversi: per offrire una varietà di concetti e di spunti.

C’è Chiara Oltolini, vicecaposervizio attualità a Glamour, che ha fatto diventare Asian di Carla Manea un tattoo che prende vita, ha intervistato la protagonista di Bukkake di Pizzilli, svelato le fantasie di Wonder Woman di Double P di Mazzara e si è confrontata con un occhio indiscreto 2.0 in Voyeur di d’Altan.

Stefania Vian, autrice di Sessualmente mangiando, un blog irriverente sui temi della sessualità, e della rubrica Lo Spazio Nudo su Lospaziobianco.it., ha scritto la ricetta di un’ottima torta alla crema (Creampie di Massoni) e ci ha spiegato la genesi della Gang Bang (di Martoz).

E poi ci sono Enrica Tesio, celeberrima blogger di Tiasmo e autrice di La verità vi spiego sull’amore, in questi giorni sul grande schermo nella versione cinematografica, che ha parlato della geometria dell’amore (Toys di Poroli) e ci ha svelato qual è la sua madeleine del sesso (Hairy di Alex Raso); Barbara Massaro, giornalista freelance, che ha dato voce ai pensieri di un cane (Animal di Caccia) e a un’infermiera ferita d’amore (Uniform di Garofalo) e infine Maria Elena Barnabi, caposervizio a Cosmopolitan, che ha avuto un approccio più giornalistico e ci ha parlato di masturbazione (Handjob di Campi), del fenomeno delle Milf (Milf di Berton) e ha tranquillizzato tutte le donne: lo squirting – illustrato da Bustaffa – (che è la parola più cercata su PonrHub dalle donne italiane) è alla portata di tutte.

Infine, per completare il catalogo e dare un senso più profondo a tutto, ci volevano degli esperti in materia (che ancora ringrazio per aver partecipato): Santa Nastro, giornalista di Artribune che si è confrontata sulla relazione tra arte ed eros, Marco Rossi, psichiatra e sessuologo che ha riflettuto sulla categorizzazione dell’eros e sulla riscoperta del desiderio, e Franco Trentalance, scrittore ed ex attore hard, che ha riflettuto sul gusto dell’attesa, assenza strutturale nel mondo del porno.

Ora che è stata inaugurata, posso dire che è una mostra davvero unica, per la bellezza delle opere, per il mix delle persone coinvolte e per il tema trattato.

Grazie ai miei compagni di viaggio di questi mesi, a chi ha collaborato e a chi ha affrontato l’esodo di Pasqua per venire a festeggiare con noi.

 

Info

Drawjob. L’eros spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici e 2 esperti e 1 film
Mostra aperta fino al 14 maggio
Spazio Tapirulan
Corso XX Settembre 22
Cremona

Catalogo
Drowjob. L’eros spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici, 2 esperti, Edizioni Tapirulan
In vendita sul sito di Tapirulan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...